Spedizioni GRATUITE per ordini superiori a 150€ con corriere BRT

A cosa serve la Magnetoterapia e come funziona

25/02/2019

A cosa serve la magnetoterapia

La magnetoterapia (o elettromagnetoterapia o anche più semplicemente magneto terapia) sfrutta l’intensità e le pulsazioni dei campi elettromagnetici per trattare determinate patologie del corpo umano. La magneto terapia è una pratica della medicina non convenzionale, che basa la sua azione sull’idea che l’esposizione del corpo umano a campi magnetici apporti effetti benefici e curativi alla salute del nostro organismo. Se praticata correttamente, i trattamenti con la magnetoterapia sono indolori e non sono stati riscontrati effetti collaterali direttamente collegati con il suo utilizzo.
 

Magnetoterapia a cosa serve

I campi d’azione della magnetoterapia sono molteplici, ma è particolarmente indicata per trattare dolori articolari e muscolari, combattere l’infiammazione delle articolazioni, e accelerare il processo di calcificazione dei tessuti ossei. In questo articolo vedremo insieme come funziona la magnetoterapia, a cosa serve nello specifico e quali siano le accortezze da seguire prima di scegliere di intraprendere questo percorso.
 

Come funziona la magnetoterapia

Prima di dire a cosa serve, è bene fare chiarezza su come funziona la magnetoterapia e quali siano le leggi fisiche chiamate in causa dal trattamento.
La magneto terapia sfrutta l’intensità e la pulsazione del campo magnetico. In fisica, il campo magnetico è una regione dello spazio dove agiscono determinate forze, in questo caso magnetiche, che possono essere generare da un magnete statico o dalla corrente elettrica.
 
I campi magnetici possono agire a livello biologico sulle nostre cellule per riequilibrare il potenziale di membrana a riposo. Tutte le cellule del nostro organismo sono polarizzate con una carica elettrica, e più bassa è la differenza di polarità tra l’interno e l’esterno della cellula, più queste sono in salute. Quando subiamo un trauma, una ferita, o i nostri tessuti si infiammano per un qualsiasi motivo, la carica elettrica delle cellule viene modificata e queste smettono di funzionare a dovere. La magnetoterapia a cosa serve, quindi? A ripristinare questa caratteristica delle nostre cellule, favorendo la guarigione dei tessuti coinvolti.
Oltre a questo, la magnetoterapia funziona come “ordinatrice” del ferro nell’emoglobina, andando a migliorare sensibilmente la circolazione sanguigna, specie quella periferica.
 

Magnetoterapia a cosa serve

Dopo aver visto come funziona la magnetoterapia, andremo a vedere a cosa serve nello specifico elencandone brevemente le caratteristiche principali.
 

Osteogenesi

Il nostro tessuto osseo è formato da osteoblasti e osteoclasti. L’azione combinata di questi due tipi di cellule provvede a mantenere in salute il nostro scheletro. Quando subiamo una frattura, il tessuto ha bisogno del tempo per calcificarsi e rigenerarsi. La magnetoterapia, specie quella a bassa frequenza, è particolarmente indicata a favorire e a velocizzare l’osteogenesi, che è appunto il processo di formazione del tessuto osseo.
 

Tessuto muscolare

Come funziona la magnetoterapia sul tessuto muscolare? È molto frequente subire delle contratture muscolari, a seguito di sforzi eccessivi o di impiego del muscolo a freddo. I campi magnetici della magneto terapia rilassano il tessuto muscolare (sia liscio che striato) decomprimendo così anche i tessuti adiacenti. Sciogliendo la contrattura il dolore si abbassa e il muscolo guarisce più velocemente.
 
Circolazione sanguigna
La magneto terapia, come abbiamo visto sopra, agisce sulla salute delle cellule. Alcuni studi sostengono che i campi elettromagnetici riattivano la circolazione sanguigna, specie quella periferica. In questo modo i nostri tessuti vengono irrorati meglio dall’ossigeno e dalle altre sostanze nutritive portate dal sangue. Ma come funziona la magnetoterapia sull’emoglobina? Grazie al ferro contenuto nel nostro sangue, che funge da conduttore delle onde magnetiche.
 

Effetto antidolorifico

È stato riscontrato negli studi clinici che la magneto terapia favorisca la secrezione di endorfine da parte del cervello. Le endorfine sono le sostante che il nostro cervello immette nell’organismo per farci percepire piacere e abbassare la soglia del dolore. I campi magnetici hanno anche la capacità di interrompere la trasmissione del segnale di dolore tra le cellule di un organo e il cervello. In questo modo si rendono un potente analgesico e antidolorifico.
 

Magnetoterapia: patologie trattabili

Oltre ad aver visto come funziona la magnetoterapia e a cosa serve, è bene elencare una lista delle principali patologie trattabili da questa pratica medica.
 
  • Fratture, osteoporosi, osteonecrosi, e in generale tutte le problematiche a carico del tessuto osseo.
  • Artrite, artrosi, pseudoartrosi e le varie forme collegate come l’artrite reumatoide e la periartrite.
  • Reumatismi e dolori articolari.
  • Sindrome del tunnel carpale.
  • Lesioni o infiammazioni della cartilagine e dei tessuti molli.
  • Borsite, tallonite, epicondilite, cervicalgia, lombalgia, infiammazione del nervo sciatico.
  • Lesioni cutanee di origine venosa, piaghe da decubito, piaghe da ustioni, contusioni e edemi.
 

Magnetoterapia controindicazioni

La magneto terapia è una pratica sostanzialmente sicura per la salute, ma ci sono delle eccezioni che è molto importante specificare.
 
La prima categoria di persone che non può usare la magnetoterapia è quella dei portatori di pacemaker o di defibrillatori cardioverter portatili. Le onde magnetiche, infatti, potrebbero influire sul funzionamento dei loro apparecchi.
 
La seconda categorie di persone a cui è sconsigliato l’uso della magnetoterapia è quella delle donne in gravidanza. I campi elettromagnetici emessi dagli apparecchi per la magneto terapia potrebbero compromettere lo sviluppo del feto. Per il solito motivo, questo trattamento è sconsigliato anche i bambini o gli adolescenti, in quanto il loro scheletro non è ancora sviluppato del tutto.
 

Riassumendo: la magnetoterapia a cosa serve?

A cosa serve e come funziona la magnetoterapia?
  • La magneto terapia sfrutta l’intensità e le pulsazioni dei campi elettromagnetici per trattare determinate patologie del corpo umano.
  • La magnetoterapia ha particolarmente effetto su osteogenesi, tessuto muscolare, circolazione sanguigna e come antidolorifico in generale.
  • La magnetoterapia serve principalmente a combattere le patologie a carico del tessuto osseo, delle articolazioni dei muscoli.
  • L’effetto di riequilibrio energetico sulle cellule del nostro organismo ha anche un effetto benefico in generale, in quanto stimola il corpo a rilasciare endorfine e favorisce la circolazione sanguigna periferica.
  • Tolte le donne in gravidanza, i bambini, gli adolescenti, e i possessori di pacemaker o cardioverter portatili, la magneto terapia è un trattamento sicuro, indolore e senza effetti collaterali.


408-964-8364